Blog che tratta recensioni di cosmetici e makeup ecobiologici. Solo prodotti naturali.

lunedì 26 gennaio 2015

Sherazade: come ravvivare i riflessi dell'hennè

Sherazade: come ravvivare i riflessi rossi e non rifare l' hennè

Sherazade prende il nome da una vecchia maschera per capelli di Lush, ormai non più reperibile perchè fuori produzione (peccato!) che combinava elementi nutritivi per i capelli con l'hennè, avendo dunque il duplice scopo di nutrire la chioma e ravvivare il colore dell'hennè, che magari con il passare dei giorni dall'ultima hennata, può risultare più affievolito e spento. Con il  tempo sempre più persone ne hanno tratto ispirazione (complice anche il fatto che appunto non sia più reperibile) riproducendo in casa la ricetta, fino a divenire un vero e proprio trattamento virale a tutti gli effetti.

L'idea di provare anch'io a fare lo sherazade è nata dal fatto che molto spesso quando faccio l'hennè vero e proprio, me ne avanza sempre un buon quantitativo. Il più delle volte mi sono spesso sforzata ad utilizzare tutto il pappone di hennè che avevo preparato, mettendone quindi in testa più del dovuto. 
Complice anche il fatto che dopo circa 3 settimane il mio colore tende a sbiadire, lasciando il posto a dei riflessi arancioni che proprio non mi piacciono, ho sentito la necessità di dover ritoccare il colore tra un tour di hennè e l'altro. 
L'intenzione di base era quella di congelare l'hennè avanzato e di scongelarlo al momento opportuno per fare lo sherazade. Fortuna volle che proprio l'ultima volta che ho applicato l'hennè, non me n'è avanzato nemmeno un goccio (giuro che me ne avanza sempre!). Essendo io però per natura più caparbia di un mulo, ormai mi ero fissata nel voler provare a fare ugualmente quest'impacco nutriente e colorante.

Il procedimento per fare lo sherazade è davvero molto semplice. Io vi parlerò di quello basilare, ma come al solito ognuno poi lo ritocca a proprio piacimento, a seconda degli ingredienti che preferisce inserire o sostituire in base alle proprie esigenze.

Innanzitutto dovrete procurarvi un balsamo, molto meglio se economico perchè ne andrete ad utilizzare un buon quantitativo, e non ne vale la pena sprecarlo per uno sherazade. Io vi consiglio di orientarvi sui balsami da supermercato con un buon inci oppure ecobio, in questo caso io ho utilizzato il balsamo della Garnier Fructis Puliti&Brillanti. Diversamente potete per esempio impiegare per questo trattamento un balsamo che proprio non vi piace e che non riuscite a finire, dato che in una volta sola ne utilizzerete un sacco e terminerà in fretta!
Versate il balsamo in un bicchiere per regolarvi con la dose: io ne ho utilizzato mezzo bicchiere e per me è stato più che sufficiente, ma per chi ha i capelli lunghi e spessi consiglio anche di utilizzare un bicchiere colmo.

sherazade-hennè
La bustina strappata che vedete è il Katam, purtroppo nell'aprire le confezioni ho la delicatezza di una scimmia! :D


Scongelate l'hennè se lo avevate conservato, oppure diversamente preparatelo sul momento (come ho fatto io questa volta). Anche qui il quantitativo è variabile in base alle vostre esigenze, diciamo che solitamente si utilizzano 2-4  cucchiai di hennè abbondanti. Tenete conto che io di solito non faccio l'hennè solo con hennè puro, ma ci aggiungo anche un po' di katam e un po' di ibisco (per far virare maggiormente il colore verso un rosso più freddo). Nel mio caso ho versato in una ciotolina 2 cucchiai di hennè, un cucchiaio di ibisco e mezzo cucchiaio di katam, ci ho anche aggiunto una spolverata di amla che non fa mai male. Ovviamente se utilizzate solo l'hennè, procedete versandone in una ciotolina 3-4 cucchiai. Aggiungete acqua molto calda, oppure infuso o quello che preferite. A seconda poi delle vostre esigenze potete anche aggiungere un po' di succo di limone o aceto, oppure dello yogurt. Io non ho utilizzato nessuno dei tre. 
 
Potete ora decidere se lasciare un po' il composto a riposare oppure se applicarlo subito, mescolando la pappetta di hennè al bicchiere di balsamo che avevate precedentemente preparato. E decidete anche se utilizzare l'impacco come trattamento pre-shampoo oppure come trattamento post-shampoo. Solitamente si consiglia di farlo post-shampoo, perchè comunque lavarsi i capelli inevitabilmente fa scaricare un po' di colore. 

La mia intenzione era quella di lasciare a riposare la pappetta giusto mezz'oretta e poi applicarla, dopo aver fatto lo shampoo. In realtà poi mentre attendevo, tra una cosa e l'altra è passata più di un'ora. Quindi ho ripreso l'hennè, l'ho mescolato insieme al balsamo e si è formato un composto dalla consistenza molto cremosa. Et voilà, lo sherazade è pronto.

sherazade


A questo punto ho proceduto ad applicarlo sui capelli. Si stende che è una meraviglia, davvero molto omogeneo (mai stato così un piacere applicare l'hennè!). Vi incellophanate come al solito per bene e lasciatevi l'impacco in testa per circa un'ora o due. 
Io ho resistito un'ora e mezza, dopodichè in preda ad una crisi di nervi ho sciacquato tutto quanto. Questo perchè il composto tende abbastanza a colare, soprattutto dopo un po' di tempo che lo avete in testa.  E cosa c'è più odioso dell'hennè che sgocciala costantemente, silenziosamente, sul collo?! 
Risultato: non solo i riflessi si sono ravvivati, ma ho anche corretto il colore precedente poichè mi virava un po' all'arancione a causa dell'utilizzo della robbia (che dovevo smaltire). Quindi da questo punto di vista lo sherazade è più che promosso!
La nota dolente -e che mi aspettavo- è ch l'impacco mi ha appesantito i capelli, avendoli io fini e grassi. La prossima volta quindi opterò per un risciacquo dopo l'impacco, e vedrò se sostituire il balsamo con del semplice yogurt. 
Sicuramente comunque continuerò a farlo, anche perchè mi è piaciuto davvero tanto il modo in cui mi ha ravvivato i riflessi! Ovviamente però, non ci si può aspettare che lo sherazade sostituisca l'hennata vera e propria, il potere colorante è più basso e probabilmente permarrà meno a lungo sui capelli. Sennò non ci penserei due volte a sostituire le lunghe, infinite maratone di hennè con lo sherazade! 
Avete mai provato questo trattamento? Come vi ci siete trovate? Vi incuriosisce?
SHARE:

18 commenti

  1. Io non ho mai fatto l'henne,comunque può tornare sempre utile. Grazie per i consigli.
    Una buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Habanero! :)
      Grazie a te per essere passata di qui, sono contenta che il post possa tornarti utile in qualche modo!

      Elimina
  2. Non mi tingo i capelli ma mia mamma fa spessissimo l'henne e si lamenta sempre che sbuadisce al rosso carota XD le proporrò questa maschera :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah ha ragione, quando il colore vira al rosso carota diventa una cosa odiosa :D Sì dille di provare a fare questa maschera, perchè i riflessi riesce a correggerli davvero, magari senza preparare due volte il pappone meglio prepararlo una volta sola e poi congelarlo, si risparmia anche tempo! :)

      Elimina
  3. Ciao!! Uso l' henné per avere riflessi freddi ( su base nera) e ne uso 100gr e non mi avanza mai :) non ho mai provato lo sherazade ma ora mi hai messo curiosità!! Chissà se riesce a darmi riflessi sulla mia base scura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara!! Considera comunque che con lo sherazade di quantità di hennè ne serve meno rispetto all'hennata vera e propria, quindi potresti mettere qualche cucchiaiata in più e poi congelare, oppure prepararlo di nuovo (ma nel secondo caso è meno probabile che ti dia riflessi più evidenti, essendo senza ossidazione e tenendolo su relativamente poco)! E' meno laborioso rispetto al fare l'hennè, potresti anche tentare di farlo una volta al mese per dare tono ai riflessi :)

      Elimina
  4. Io non ho mai fatto l'henné, anche perchè ho i capelli sul castano chiaro e così li vorrei tenere, magari opterò un giorno per quello neutro per dare un po' di forza alla chioma.

    Per quanto riguarda i prodotti della linea Puliti e Brillanti della Garnier ho usato lo shampoo e anche quello non mi era sembrato malaccio. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Per quanto riguarda la cassia so che ha tutte le proprietà dell'hennè, e in più aiuta a ravvivare i propri riflessi di base, senza colorare. Se tu non vuoi colorarli penso sia adatta a te!
      Anche lo shampoo ha un inci decente, non nutro molta simpatia nei confronti di Garnier, però nelle situazioni più di emergenza si può fare! :)

      Elimina
  5. Anche io ogni tanto faccio la sherazade, però metto direttamente la polvere nel balsamo e lascio una mezz'oretta a riposo. Sicuramente però come la fai tu colora decisamente di più, proverò! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo anch'io che mettendolo in acqua e non direttamente nel balsamo, tende a colorare un pochino di più... Ad ogni modo colora anche mettendolo direttamente nel balsamo, se c'è una cosa che ho capito è che l'hennè colora praticamente sempre :D
      Prova, sono curiosa di sapere se noti poi qualche miglioramento *_*
      Ciao cara!

      Elimina
  6. Io l'ho fatto una volta sola, per poi abbandonarlo per via anche io della pesantezza dei capelli! In compenso ho fatto, con lo stesso procedimento, una specie di "gloss". L'ho lasciato neanche un'ora, e poi ho lavato normalmente: i riflessi ci sono, la morbidezza anche.. Però poi siamo punto e da capo con il lavaggio!
    Quindi per tingere mi sa che rimarrò fedele alle hennate classiche :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì mi rendo conto anch'io che lo sherazade ha appesantito abbastanza i capelli, chissà se sostituendo con yogurt la cosa migliora (ciò che mi preoccupa di più in questo caso è però la densità del composto, ho paura che coli un sacco). I riflessi quindi ti sono andati via subito? I miei ancora stanno benino, magari puoi provare a congelare l'hennè, se quelle volte non l'avevi fatto. Oppure buttati anche tu sulle nuove gelatine di Phitofilos, sembrano fatte apposta per mantenere di più il colore *_*

      Elimina
    2. No no i riflessi sono rimasti! In genere sì l'henné lo congelo, ma a quel punto preferisco fare l'hennata normale :)
      Le gelatine non mi ispirano per niente! Però sono curiosissima di sapere cosa ne penserai una volta che ti arrivano e le avrai provate :D

      Elimina
    3. Anch'io sono curiosa di sapere cosa ne penserò! :D Comunque sì, appena riesco a farmi un'idea un po' definita scriverò qualcosa :)

      Elimina
  7. Io ho fatto la sherazade 2 volte (quando facevo solo henné rosso freddo) e, a parte che mi appesantisce i capelli all'ennesima potenza, inoltre non mi copre la ricrescita dei capelli bianchi, quindi poi ho smesso di farla. Però il riflesso ravvivato sul resto dei capelli meritava davvero!!! ;)
    Un bacio! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me li ha appesantiti, me ne sono resa conto soprattutto a distanza di giorni, quando nonostante avessi sciacquato i capelli, questi continuavano a rimanere pesanti! :/ Infatti ora cercherò qualche metodo alternativo al balsamo. Per la ricrescita dei bianchi no, alla fine è un hennata molto debole, però se si vogliono aggiustare i riflessi è davvero una cosa utile! :)
      Un bacio e buona giornata anche a te!! :*

      Elimina
  8. La maschera all'argan dell'Omia va bene come balsamo?

    RispondiElimina

Blogger Template Created by pipdig