Blog che tratta recensioni di cosmetici e makeup ecobiologici. Solo prodotti naturali.

martedì 12 maggio 2015

Burro di Karitè - Carone Snc

Burro di karitè: usi e proprietà

Uno dei primissimi prodotti di cui si viene a conoscenza quando si decide di approfondire il tema della cosmesi, è proprio il burro di karitè. Viene utilizzato nelle formulazioni di tantissimi cosmetici, soprattutto creme, per le sue proprietà emollienti e nutrienti. Rientra nella categoria dei prodotti "must": un burro di karitè non può mancare per casa.
Essendo un prodotto conosciutissimo, non mi dilungherò troppo sui suoi usi e proprietà, ma mi limiterò a farvi una panoramica dei modi in cui io lo utilizzo.
Innanzitutto lo utilizzo come maschera nutriente per il viso. Lo faccio raramente, avendo io una pelle mista ed essendo il burro di karitè abbastanza corposo. E' noto per le sue proprietà antirughe, e ahimè io me ne ritrovo alcune (di espressione) sulla fronte. Senza nemmeno rendermene conto spesso assumo un'espressione un po' crucciata, per la felicità appunto delle rughe (evviva!). Una volta al mese, massimo due, spalmo pochissimo burro di karitè sul viso, una manciata proprio. Non viene assorbito immediatamente ma ci mette un bel po', dopo la pelle risulta però morbida e molto molto liscia. Non mi ha mai dato problemi di comedoni o brufoli, ma va usato con cognizione di causa, soprattutto su pelle mista/grassa.
Un altro utilizzo che ogni tanto ne faccio è sui capelli. Anche in questo caso ne prelevo pochissimo e lo distribuisco sulle lunghezze (niente cute!). Lascio agire per un po' di tempo, solitamente un'ora, e poi risciacquo, stando ben attenta a togliere tutti i residui oleosi con lo shampoo. Risultato: i miei capelli sono morbidi, lucenti e per nulla appesantiti.
Infine, spesso e volentieri lo utilizzo sulle labbra. Ho il brutto brutto brutto vizio di mordicchiarle, a volte arrivano persino a sanguinare, e il burro di karitè mi giunge in aiuto: ne applico un po' sulla parte indolenzita e avverto subitissimo una sensazione di vero sollievo.

Ho avuto modo di provare sia il burro di karitè grezzo (di Le erbe di Janas) sia il burro di karitè puro ma raffinato, di Carone Snc, ed è proprio di quest'ultimo che oggi vi parlerò.
Ci sono alcune differenze tra il burro di karitè grezzo e quello raffinato: il grezzo, oltre a conservare il suo naturale odore (che può non piacere) conserva più intatte anche le sue proprietà, e risulta al tatto molto meno grumoso, ha piuttosto una consistenza pastosa. Inoltre si presenta di un colore giallino.
Il burro di karitè raffinato (come questo di Carone Snc) è invece inodore, solitamente bianco, e perde leggermente le sue proprietà (ma rimane comunque un prodotto valido, eh!). Insomma, un po' come i cibi: c'è una certa differenza tra quelli grezzi e quelli invece raffinati.

Mentre mi apprestavo a fare il mio ordine online da Sorgente Natura, ho notato questo burro di karitè di Carone Snc, che aveva un buon rapporto qualità/prezzo: circa 9.60€ per 100 gr. Con una veloce ricerca online mi sono accertata che non fosse una ciofeca e l'ho infilato nel carrello.

burro-di-karitè

Lo utilizzo ormai da diversi mesi, quindi sono anche pronta per parlarvene.
Il packaging di questo burro di karitè è molto grazioso, una scatolina in alluminio che è piuttosto comoda, con una semplice etichetta sulla parte superiore.
Qualitativamente l'ho trovato un buon prodotto, l'ho utilizzato per tutti gli usi di cui vi ho parlato sopra e mi ha soddisfatta: nutre la pelle, i capelli e le labbra, lasciandoli morbidi.
Tuttavia un aspetto che non mi è piaciuto del burro di karitè di Carone Snc è la presenza di grumi, tanti grumi. Una volta prelevato tra le dita si presenta così:


burro-di-karitè


E non si può dire che sia proprio maneggevole. A volte ho riscontrato alcune difficoltà nella stesura, appunto perchè tutti questi piccoli granuli erano un po' difficili da gestire, e nonostante lavorassi il prodotto con le dita, non riuscivo mai ad ottenere un risultato liquido e uniforme, ma parte di questi granuli continuavano a permanere, cosa che con il precedente burro di karitè non mi capitava.
In sostanza per me è un : qualitativamente buono, ma un po' difficile da gestire, e l'avrei sicuramente preferito un po' più pastoso.

Voi utilizzate il burro di karitè? Se sì, quale? Avete provato questo di Carone Snc? Io come prossima volta pensavo di orientarmi su quello di AromaZone, ne ho sentito parlare bene e mi serve un formato più grande che non costi un occhio della testa, perchè lo utilizzo parecchio e vorrei che mi durasse un po'.
Fatemi sapere nei commenti, almeno posso trarre spunto da voi!

SHARE:

15 commenti

  1. personalmente utilizzo quello grezzo di Akamuti, soprattutto sul corpo e sulle mani :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non avevo mai preso in considerazione questo burro di karitè? Invece sono andata a vedere e mi sembra davvero un buon prodotto! Grazie per la dritta, l'ho infilato in wishlist :D

      Elimina
  2. Io l'ho comprato una volta e poi mai più. Mi ci ero trovata anche bene, specialmente anni fa quando spignattavo a modo mio :D però poi ho sempre preferito dirottare le mie scelte sugli oli, senza nessun motivo specifico.
    Sarà che sono pazza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quanto è billina la bimba con la mela dell'header! haahah!

      Elimina
    2. Io tendo a ricomprarlo spesso anche per il motivo dello spignatto... Non che ci faccia grandi cose, sono piuttosto pigra, però in alcune cose come il deodorante mi serve, e quindi tendo a finirlo poi abbastanza in fretta.
      Ahahaha grazie, simpatica vero? :D
      Un bacione :*

      Elimina
  3. Io lo uso principalmente come contorno occhi e zone ipersecche, mi piace tantissimo:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sul contorno occhi è una manna dal cielo, anch'io lo uso così a volte! Ottimo anche per i piedi :)

      Elimina
  4. Anni fa mi era stato regalato un barattolino di burro di karitè grezzo, ma al tempo non ne capivo nulla e dopo un solo utilizzo sulla pelle l'ho abbandonato a sé stesso... Che spreco... Però un odorino che, lol... Tu parli dei broccoli ma questo non scherza mica sai :s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah! XD Questa volta sull'odore siamo decisamente d'accordo, anch'io non sopportavo l'odore di quello grezzo, infatti non ho mai avuto il coraggio di usarlo sul corpo è.é però c'è a chi piace (cosa inspiegabile e misteriosa).
      Un bacione :*

      Elimina
  5. Anche io ho recensito un burro di karitè proprio ieri :) è un ingrediente che uso da anni, sempre con la massima soddisfazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte sembra che ci mettiamo d'accordo con i post da pubblicare :D Vengo a leggere la tua recensione, così traggo altri spunti :)

      Elimina
  6. amo il burro di karatè..è uno di quei prodotti assieme all'henné e all'olio di cocco che utilizzo ormai da anni e anni anche quando non stavo attenta agli inci! Questa marca non l'avevo mai vista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì diciamo che è davvero uno dei prodotti che in casa non possono mancare mai, lo ricompro immediatamente ogni volta che finisce! Vabbè anche l'hennè, che te lo dico a fare :D

      Elimina
  7. Io ho sempre ansia di usare i burri e gli oli per via della mia pelle grassa e se li uso li uso con il contagocce....sono troppo imbrabata e ho poca pazienza :(
    Però ogni tanto mi affido all'olio di rosa mosqueta 100% bio siul contorno occhi o dove ho qualche segno di brufoletto e mic i trovo bene! un bacio Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi timori non sono infondati, alcuni oli su pelle grassa potrebbero effettivamente essere controproducenti! Tuttavia un olio leggero una volta tanto secondo me può fare solo bene: per esempio l'olio di jojoba è tra i più leggeri! Quelli di mosqueta e avocado vanno benissimo sul contorno occhi, che è una delle zone più secche del viso :)
      Un bacione!

      Elimina

Blogger Template Created by pipdig