Blog che tratta recensioni di cosmetici e makeup ecobiologici. Solo prodotti naturali.

martedì 7 luglio 2015

Nagar Motha - Le erbe di Janas

Nagar Motha: usi e proprietà

La Nagar Motha non è sicuramente una delle erbe più famose di Le erbe di Janas, eppure secondo me merita la sua attenzione, motivo per cui oggi ho deciso di scrivere questo post (nonostante qui si schiatti letteralmente di caldo e mentre digito le parole sulla tastiera sto tipo evaporando...).

nagar-motha


La particolarità della Nagar Motha, come ci spiega anche Janas, consiste nel fatto che si presenta come un'erba adattogena. Cosa vuol dire? Significa che è adatta sia per capelli grassi che per capelli secchi, quindi sicuramente molto versatile. La Nagar Motha agisce direttamente sulle ghiandole sebacee, inibendole nel caso lavorino troppo (capelli grassi) o stimolandole nel caso lavorino poco (capelli secchi). La mia esperienza è limitata ai capelli grassi, quindi posso parlarvi solo di come si comporta su questi ultimi.

A differenza di alcune erbe che si possono utilizzare solo sui capelli, o di altre che si possono utilizzare solo sul viso, la Nagar Motha è adatta anche per creare delle maschere purificanti e per riequilibrare la nostra pelle.
E' anche un'erba tintoria che dovrebbe tingere color nocciola, ma il suo potere colorante è decisamente basso.

Sicuramente una delle prime cose che colpisce appena aperta la confezione, è il suo odore. Molto particolare e orientaleggiante, a tratti speziato. A me piace davvero tantissimo, la ricomprerei anche solo per l'odore per poterla sniffare di tanto in tanto. Si presenta in un tipico colore marroncino.

nagar-motha-le-erbe-di-janas


Nella preparazione, Janas consiglia di mescolare la Nagar Motha con acqua molto calda, poi coprire e lasciare a macerare per circa 20 minuti. Dopodichè si può applicare: come normale maschera per il viso, lasciandola su 10/15 minuti, o come impacco pre/post shampoo, lasciandola su per il tempo che preferite.

nagar-motha-janas


Come maschera viso la Nagar Motha mi è piaciuta tantissimo: insieme al ghassoul, è una delle maschere più purificanti che abbia mai provato. Avendo la pelle sensibile, tendo a non lasciare su molto tempo le maschere, e sto anche molto attenta a non farle seccare. Diciamo che 10 minuti di posa per me sono più che sufficienti. Una volta tolta, la pelle è molto liscia e soprattutto purificata: i punti neri del naso -punto più critico, per me- sono visibilmente ridotti (certo, dopo qualche giorno ricompaiono, ma questa è un'altra storia e in tal caso non c'è maschera che tenga) la grana della pelle è più affinata e non c'è traccia di unto in nessun angolo del viso. Insomma, promossissima. Ah, non tinge, non abbiate timore di ritrovarvi il viso marrone una volta tolta! :D

Anche sui capelli promuovo la Nagar Motha alla grande. Di solito la utilizzo come impacco post shampoo. Il suo odore tende a permanere sui capelli, e questo fattore mi piace tantissimo. Il tempo in cui la lascio in posa è molto variabile in base a quanto ne ho a disposizione: l'ho tenuta su a volte mezzora, a volte un'ora. In tutti i casi però gli effetti sono stati evidenti: al momento dell'asciugatura i capelli si presentano corposi, voluminosi, morbidi e pulitissimi. L'unica precauzione che consiglio è quella di applicare una punta di balsamo prima di asciugarli: non tanto per il fattore secchezza delle punte che è soggettivo, quanto piuttosto per evitare che i capelli risultino aggrovigliati.

Questione potere tintorio: su di me, non pervenuto. Come dicevo, la Nagar Motha sul viso non macchia assolutamente, e per quanto mi riguarda, non ho notato cambiamenti di colore nemmeno sui capelli, e nemmeno con posologie più lunghe. Come erano, sono rimasti :D In sostanza credo che valga un po' lo stesso discorso dell'Amla o di tutte le erbe tintorie con potere colorante basso: sui capelli bruni fanno poco e niente, sui capelli chiari potrebbero scurire leggermente, soprattutto con un uso continuativo. E' bene quindi, su questi ultimi, fare prima una prova su una ciocca di capelli, se ci tenete a non modificare il vostro colore.

Unico difetto che ho riscontrato nella Nagar Motha è che tende ad essere un po' grumosa, e quindi l'applicazione potrebbe non essere delle più semplici e confortevoli, soprattutto sui capelli. Per ovviare a questo problema la si può miscelare insieme ad altre erbe che risultano invece più omogenee.

In conclusione, a me è piaciuta tantissimo e sicuramente la ricomprerò una volta terminata!

Conoscevate la Nagar Motha? Voi ne utilizzate nella vostra haircare?
SHARE:

12 commenti

  1. La grumosità è proprio antipatica! :/ Però l'erba in sé per sé risulta interessante! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì mamma mia, quando cadono pezzi di grumi dalla testa non è per nulla agevole. Diciamo che se l'erbetta vale, si chiude un occhio miscelandola con altre erbe. Se però già non dà grandi soddisfazioni, beh tanti saluti :D

      Elimina
  2. non l'ho mai usata, quasi quasi mi hai fatto venir voglia di provarla :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è infatti una delle erbe più conosciuta di Janas, però è un peccato perchè merita! Se ti capita prendila :D

      Elimina
  3. Io non l'ho mai usata per via dell'ansia che mi scurisse i capelli, ma le sue proprietà mi sembrano troppo belle per non essere presa in considerazione *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda come dicevo su di me il potere tintorio è stato pari a zero, però tu hai i capelli un pochino più chiari dei miei. Secondo me non è tanto il fattore che scurisce, quanto piuttosto che se usata di continuo, potrebbe spegnere un po' i riflessi dell'hennè. Ma se la utilizzi saltuariamente non dovrebbe far niente! Per estrema sicurezza io proverei su una ciocca :)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ma no :D Secondo me in caso di capelli grassi le erbe sono un toccasana, purificano e volumizzano come nessuno shampoo sa fare. Se un giorno vorrai provare magari comincia da un'erbetta innocua, in cui i rischi pasticci sono pari a zero :D

      Elimina
  5. Tra le erbette tintorie di cui ho sentito parlare questa è senz'altro quella che mi attira di più, questa sua capacità di adattarsi a tipologie diverse di capello è intrigante. Cosa non da meno, il fatto che non tinga realmente per me è un punto a favore perché userei la userei solo ed esclusivamente per stimolare la produzione di sebo. Me la segno, sono e rimango un'impedita in questo campo ma sono troppo curiosa! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti c'è da dire che di solito le erbe ayurvediche sono per lo più destinate ai capelli grassi, che questa sia così versatile e indicata per tutti i capelli invece è davvero una caratteristica particolare. Se la acquisti fammi sapere, sono curiosissima di sapere il suo effetto sui capelli secchi!

      Elimina
  6. Risposte
    1. I blog ci manderanno in rovina, lo so!!! XD

      Elimina

Blogger Template Created by pipdig