Blog che tratta recensioni di cosmetici e makeup ecobiologici. Solo prodotti naturali.

venerdì 15 aprile 2016

Sapone Papavero e cipresso - La Saponaria

 Un sapone ecobio dall'effetto scrubbante e rivitalizzante

I prodotti e i saponi di La Saponaria sono in assoluto tra i primi prodotti ecobio che ho scoperto, infatti nutro davvero un legame affettivo nei confronti di questo brand, mi ricorda per l'appunto l'inizio del mio percorso ecobio, dapprima un po' tortuoso, ma poi sempre in salita ed estremamente piacevole. La Saponaria è un'azienda estremamente seria, professionale e tutti i loro prodotti vantano degli inci non solo ecobio, ma anche completi e ben fatti.
Con il tempo ho provato diversi prodotti dell'azienda, sia in full size sia in svariati campioncini, e mi hanno quasi tutti soddisfatta. Per quanto riguarda i saponi, ho provato precedentemente il sapone Arancia e Cannella, dalle proprietà antiossidanti e dal profumo speziato, e successivamente quello di cui vi parlerò oggi: Papavero e cipresso.



Ho scelto di acquistare questo sapone un po' perchè, lo ammetto, attratta dal nome: il fatto di avere a che fare con un sapone così floreale destava la mia attenzione. Ma mi incuriosiva anche l'effetto rivitalizzante e scrubbante, che sono le due proprietà principali di questo sapone.

Il panetto di sapone presenta diversi semini di papavero all'interno, che andranno a costituire l'effetto scrub. Il profumo, che personalmente immaginavo come un connubio floreale, in realtà non ha nulla di fiorito: l'odore assolutamente predominante è quello del limone, dato suppongo dall'olio essenziale di limone contenuto all'interno. Questo all'inizio ha suscitato in me qualche perplessità ma comunque non mi è dispiaciuto, considerando che il profumo di limone è tra i pochi profumi agrumati che ben tollero e mi piace molto.


Ho trovato questo sapone nella versione papavero e cipresso così come quella arancia e cannella che avevo precedentemente provato, delicato e assolutamente non disseccante per la pelle: non avverto infatti la sensazione di pelle secca e "che tira" dopo la detersione, anche se ovviamente per completare la routine applico comunque la crema viso. Quindi la composizione e l'inci sono assolutamente ben bilanciati.
A proposito di inci, vediamolo:

Olea Europaea Fruit Oil*, Cocos Nucifera Oil*, Aqua, Sodium Hydroxide, Persea Gratissima Oil, Papaver Rhoeas Seed, Citrus Limon Peel Oil*, Cupressus Sempervirens Leaf Oil, Bixa Orellana Seed Extract, Sodium Phytate, Limonene, Citric Acid. (*da agricoltura biologica)

Olio bio di oliva, olio di cocco bio, olio di avocado e semi di papavero, olio essenziale di limone bio e cipresso ed estratto di semi di Bixia Orellana, che sinceramente è la prima volta che trovo all'interno di un cosmetico! Insomma, come al solito inci molto carino e ben fatto.

Tuttavia devo dire che con il tempo i semini di papavero che sono contenuti all'interno mi hanno creato qualche problemino. Mi spiego meglio: se il sapone è ancora intatto o comunque poco utilizzato e consumato, i semini rimangono poco incisivi e l'effetto scrub è lieve e delicato, perfetto anche per pelli delicate. Però man mano che il sapone si consumava, i semi di papavero divenivano più sporgenti e di conseguenza più incisivi, e a quel punto personalmente non consiglio un utilizzo quotidiano del sapone, quantomeno non passandolo direttamente sul viso, ma al massimo stronfinandolo tra le mani e poi lavandosi. L'effetto scrub diveniva più incisivo e su di me, che ho la pelle delicata, l'ho trovato troppo aggressivo, tant'è che a passare la saponetta direttamente sul viso mi facevo quasi male. Quindi ho preferito lavarmi massaggiando il sapone tra le mani e poi applicando la schiumetta creatasi sul viso, e solo una volta tanto procedere con l'effetto scrubbante vero e proprio.
Se avete una pelle delicata, questo è il metodo che consiglio di più.

Tra l'altro, in base alle proprie esigenze (pelle grassa, mista, impura, secca, sensibile) La Saponaria offre una moltitudine di saponi tra cui scegliere, quindi non sarà poi così difficile selezionarne uno adatto alla propria tipologia di pelle e a ciò che si ricerca in un sapone.

E voi? Avete provato questi saponi? Oppure amate detergere con gel e latti detergenti?
SHARE:

14 commenti

  1. Ho questo sapone ma ancora devo usarlo. Pensavo già che sul viso sarebbe potuto essere troppo se usato spesso e ora me lo confermi. Voglio provarlo anche sul corpo! Pensavo magari di tagliarlo in due o tre pezzi, magari i granelli interni te li ritrovi fin da subito e non tutti in una volta. Vedremo di non combinare danni! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, ti consiglio assolutamente di tagliarlo! Mi sono scordata di scriverlo nel post, comunque di solito io i saponi li taglio in 4, ed ogni singolo pezzettino dura mesi :D Alla fine tagliando un pezzettino per volta credo che si conservi anche meglio il prodotto :)

      Elimina
    2. E' la prima cosa che ho pensato anche io, chissà come sarebbe sul corpo, bellino **

      Elimina
    3. Su questo non posso dare suggerimenti utili perchè avendo la pelle delicata non l'ho potuto usare per tale scopo, però secondo me come scrubbante funziona alla grande anche sul corpo! (magari da usare solo una tantum, un sapone sul corpo lo vedo un po' aggressivo) ^_^

      Elimina
    4. Ah sì? Sai che invece per me è al contrario? Ciò che metto sul viso solitamente va bene anche sul corpo, viceversa invece...non necessariamente!!

      Elimina
    5. L'importante è trovare un equilibrio che vada bene innanzitutto per noi :D

      Elimina
  2. L'ho utilizzato lo scorso anno e mi è piaciuto moltissimo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne vorrei provare anche tanti altri, i saponi di La Saponaria sono tutti così sfiziosi e carini *_*

      Elimina
  3. sto usando attualmente uno dei sample che mi hanno dato alla fiera Fà la cosa giusta, quello nero che se non erro è alla lavanda e miele.. Carino e, nonostante la dimensione ridottissima, in più di una settimana è ancora là bello intatto. Insomma, sono acquisti che meritano di essere fatti perché economici e duraturi, oltre che efficaci ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì durano davvero un sacco i saponi! 100 gr. sono tanti. Poi questi della Saponaria costano davvero una sciocchezza in confronto alle performance che comunque sono ottime :3

      Elimina
  4. Se profuma di limone potrei seriamente apprezzarlo :)
    De La Saponaria ho provato diversi saponi sebbene ad oggi il mio favorito sia ancora quello alla lavanda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'odore è proprio quello del limone, infatti sinceramente non me l'aspettavo. Al momento dell'apertura mi immaginavo di sentire un profumo fiorito :D Mai provato quello alla lavanda, ma effettivamente è uno dei saponi di cui se ne parla più bene :)

      Elimina
  5. Ce l'ho anche io! E ho riscontrato il tuo stesso problema: man mano che il sapone si consumava, i semini di papavero si facevano sempre più sporgenti tanto da graffiare. Non ho avuto più il coraggio di usarlo ma tenterò su quella carta vetrata che sono le mie gambe ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, all'inizio è delicatissimo, poi man mano che si consuma... accipicchia! :V Comunque sì, puoi riciclarlo sul corpo oppure fai come me: lo strofini tra le mani e poi ti sciacqui il viso, senza passarlo su direttamente! ^_^

      Elimina

Blogger Template Created by pipdig